Loading...

I BENEFICI DEL DIGIUNO – 1a PARTE

Home / Non categorizzato / I BENEFICI DEL DIGIUNO – 1a PARTE

La parola digiuno rappresenta motivo di spavento per la maggior parte di noi, perché viene associata a sofferenza, penitenza e astinenza. Tuttavia, come spesso capita, ci soffermiamo alle semplici parole e/o alle apparenze; basterebbe infatti chiedere informazioni a chi lo pratica o agli esperti del settore: si resterebbe senza dubbio sorpresi nell’apprendere che l’esperienza del digiuno è estremamente positiva.

Ma cos’è il digiuno?

Il digiuno è una condizione naturale per l’uomo e, in generale, del regno animale, in cui il corpo attinge alle proprie riserve energetiche e plastiche (strutturali) nei momenti di bisogno.

Avete mai notato che gli animali e bambini quando si ammalano, generalmente, non vogliono assolutamente mangiare? Durante la malattia, infatti, il nostro organismo tende a lavorare “al contrario”, cioè “concentra” le sue energie nell’affrontare il momento patologico (virus, batteri, parassiti, cibi inquinanti, etc..). La malattia molte volte infatti può rappresentare un modo in cui il nostro organismo ha per parlarci, per avvisarci di qualcosa, per dirci che occorre una sosta: in quei momenti infatti ci viene tolto l’appetito e noi dovremmo seguire questi messaggi.

Il digiuno, inoltre, è qualcosa a cui l’uomo è evolutivamente adattato. Infatti, la storia umana è costellata da frequenti carestie, difficoltà a trovare cibo, raccolti devastati dalle intemperie e i nostri antenati, spesso, prima di trovare una preda e catturarla, erano “costretti” a digiunare, anche per parecchio tempo.

Perché digiunare?

  1. Mentre l’infiammazione acuta è un normale processo immunitario utilizzato per combattere le infezioni, l’infiammazione cronica può avere gravi conseguenze per la salute. Infatti, la ricerca mostra che l’infiammazione cronica può essere coinvolta nello sviluppo di condizioni altrettanto croniche, come malattie cardiache, cancro e artrite reumatoide. Secondo una recente ricerca di alcuni scienziati della Yale School of Medicine (Stati Uniti), il digiuno migliora (riducendo) i parametri pro-infiammatori. Le cellule, quando noi mangiamo in continuazione, non hanno tempo tecnico necessario per smaltire tutte le “scorie” che permangono nel nostro organismo; questo è, molto sommariamente, un meccanismo su cui si va a fondare il processo infiammatorio che, cronicizzandosi, crea terreno fertile per molte patologie. Al contrario il digiuno aumenta la produzione di una molecola capace di spegnere l’infiammazione cronica: il composto in questione, noto con il nome di beta-idrossibutirrato (BHB), agisce direttamente fermando la produzione di un’importante molecola che ha il compito di stimolare alcune strutture della cellula a mettere in atto una potente risposta infiammatoria.
  2. Il digiuno è una pratica che può riattivare alcuni enzimi intracellulari utili alla cellula stessa per comprendere quali sono i mitocondri “da sostituire”. Questo è stato dimostrato recentemente in uno studio dell’Università di Harvard in cui si è scoperto che i periodi di digiuno promuovono l’omeostasi nelle reti mitocondriali consentendone un costante cambio di stato, che è sinonimo di salute.
  3. Il nostro cervello ritrova memoria e lucidità grazie al digiuno. Lo sostiene Mark Mattson, capo del laboratorio di neuroscienze del National Institute of Aging Statunitense, che ha condotto i suoi esperimenti sui topolini. Resta da verificare se i meccanismi siano identici anche nell’uomo; certo è che quanto scoperto dovrebbe spronarci al massimo a provare a digiunare quando vogliamo avere un cervello che lavori al meglio!
  4. Il digiuno è efficacissimo sul buon funzionamento dell’intestino, quindi disturbi come la colite, la stipsi, diverticolosi e patologie come la retto colite ulcerosa, potrebbero trarne sicuramente un’importante beneficio. È quanto ha confermato un nuovo studio, condotto dal MIT in USA e pubblicato sulla rivista “Cell Stem Cell”, secondo il quale tagliare l’apporto di calorie anche per sole 24 ore può dare un impulso alla rigenerazione delle cellule staminali dell’intestino.
  5. Dalle intuizioni di Walter Longo sono iniziati una serie di applicazioni del digiuno anche in pazienti che svolgono cicli di chemioterapia; tutti gli studiosi sembrano essere in accordo che un periodo di digiuno in soggetto non cachetico (non denutritio e non sotto peso) pre-chemio, andrebbe a potenziare gli effetti della chemioterapia, contrastando maggiormente la carcinogenesi. Sulla rivista BMC Cancer sono stati pubblicati i risultati di un trial clinico che ha confermato gli effetti del digiuno sulla qualità della vita e la spossatezza durante la chemioterapia in donne affette da tumore al seno e alle ovaie.
  6. Un altro studio pubblicato su Cell Stem Cell mostra che cicli di digiuno prolungato non solo proteggono contro i danni al sistema immunitario, un importante effetto collaterale della chemioterapia, ma inducono la rigenerazione del sistema immunitario stesso, spostando le cellule staminali da uno stato inattivo a uno stato di auto-mantenimento.
  7. I risultati di esperimenti su topi e un test clinico umano di fase 1, hanno dimostrato che lunghi periodi di digiuno hanno effetto positivo sui livelli di globuli bianchi. Nei topi il digiuno ha cambiato le vie di segnalazione delle cellule staminali ematopoietiche (gruppo di cellule staminali che generano sangue). I ricercatori Californiani confermano dunque che il digiuno innesca un meccanismo o uno switch rigenerativo che spinge le staminali a creare nuovissime cellule del sangue, nuovissimi globuli bianchi in particolare, essenziali per ripristinare l’intero sistema immunitario e per promuovere la rigenerazione di cellule staminali del sistema ematopoietico. In particolare, il digiuno prolungato riduce l’enzima PKA; spegnere il gene PKA è il passo chiave che induce le cellule staminali alla rigenerazione. In parole povere e come dare “l’ok” alle cellule staminali per andare avanti e iniziare a prolifere per ricostruire l’intero sistema.

 

Questi sono solo alcuni dei benefici del digiuno. Nel prossimo articolo ne approfondiremo anche ulteriori aspetti e vedremo le modalità per applicarli ai fini del benessere fisico e del dimagrimento. Per ogni curiosità o richieste personalizzate potete contattare il Team Strategic Nutrition all’indirizzo info@strategicnutrition.it

 

Questo sito utilizza cookies analitici e di profilazione anche di terze parti per inviarti informazioni in linea con le tue scelte ed interessi.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookies, clicca qui
Se continui la navigazione chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento della pagina sottostante, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy .

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi